PARQUET: UN MATERIALE NATURALE RICCO DI STORIA


 

Il parquet, o palchetto, è un tipo di rivestimento a pavimento composto da listoni di legno di varie dimensioni.

Ha origini antichissime: i primi ad aver usato un pavimento simile al parquet furono gli antichi Egizi i quali impiegavano sui loro antichi pavimenti grosse tavole di legno per proteggersi dagli insetti e dal freddo, distribuzione molto sommaria e poco curata.

Con i Romani invece, l’aspetto estetico del parquet cambia e incomincia ad essere posato in maniera più elegante e razionale: sono proprio i Romani che hanno inventato la posa “a spina di pesce” dove i listelli, tutti della stessa dimensione, vengono disposti perpendicolarmente formando un angolo di 45°.



Dal Medioevo in poi la vita del palchetto cresce in modo smisurato: artisti di ogni parte del mondo cominciano a provare diverse combinazioni di colori, forme, spessori, accostamenti; dapprima il ceto aristocratico poi la borghesia decide di impiegare il parquet per impreziosire le loro dimore.

Il pavimento in legno della Reggia di Versailles è l’indiscusso re di tutti i parquet posato sia a spina di pesce sia a quadrotte (pannelli di legno intrecciati tra loro a formare un motivo diagonale all’interno di una cornice detta quadrotto).

Anche ai giorni nostri il parquet continua a riscuotere successo in tutto il mondo.


Il parquet si è dimostrato un pavimento ideale per rivestire gli ambienti fin dalle epoche più antiche ma è bene conoscere le diverse tipologie e le loro caratteristiche.

Il parquet classico è in legno massello che viene venduto allo stato grezzo, ha bisogno di essere trattato e quindi necessita di molti giorni per essere completato, si presta bene alla realizzazione di diverse decorazioni e può essere levigato più volte per eliminare le parti usate e tornare come nuovo. Alcune famose essenze di parquet sono il rovere, ideale sia da interno sia da esterno perché trattandosi di legno poco poroso non assorbe umidità e sporco, il noce, elegante e raffinato, il wengè, scuro ma molto raffinato e il teak, molto diffuso per la realizzazione di pavimenti interni ed esterni perché molto resistente al sole e all’acqua. 

Altra tipologia è il parquet prefinito, detto anche multistrato perché formato da 2 o 3 strati, è formato da legno massello e da lamelle di legno dolce e povero, ha una posa più rapida rispetto al parquet tradizionale e design semplice e lineare. 

Esiste anche un finto parquet chiamato laminato economico e molto resistente.

Oltre alla sua bellezza il parquet è facile da pulire e mantenere, è un materiale naturale e riutilizzabile che assicura un buon isolamento acustico e termico.



Commenti

Post popolari in questo blog

GIARDINI PENSILI: UN'OASI VERDE IN UN DESERTO DI CEMENTO

LOFT E ARREDAMENTO IN STILE INDUSTRIALE: LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA

VALUTAZIONE IMMOBILIARE: PERCHE' E' COSì IMPORTANTE CENTRARE IL VALORE DI MERCATO DI UN IMMOBILE