CUCINA CON ISOLA: VANTAGGI E SVANTAGGI DEL TREND DEL MOMENTO

 


Avere una cucina con isola è sicuramente il trend del momento: convivialità e socializzazione sono i motivi che spingono le persone a scegliere questa soluzione. Gli spazi delle abitazioni moderne tendono a ridursi rispetto ad un tempo: una volta si aveva una cucina piccola e una sala da pranzo più grande, ora invece la cucina e la zona pranzo si fondono fino ad "inglobare" la zona living.

L’isola altro non è che un “blocco” posizionato in mezzo all’ambiente: spesso le isole vengono usate come piani di lavoro, di appoggio per elettrodomestici, come tavoli ma l'uso più innovativo è installare il piano cottura e il lavello.


I vantaggi della cucina con isola sono diversi: per prima cosa l’ambiente che si viene a creare è sofisticato, elegante e originale. Nelle occasioni in cui ci sono ospiti i padroni di casa non si sentono esclusi perché possono cucinare e contemporaneamente intrattenere i propri amici: mangiare seduti al bancone crea un ambiente meno formale, meno statico e più dinamico. Lo spazio, inoltre, si moltiplica perchè nei vani sottostante l'isola si possono ricavare cassetti, sportelli e scaffali utili per riporre un sacco di oggetti.

Per quanto riguarda invece gli svantaggi, salta subito all’occhio che il requisito principale per poter creare una cucina con isola è avere spazio: deve esserci spazio tra i mobili a parete e l’isola (gli sportelli di entrambi devono potersi aprire liberamente senza sbattere gli uni con gli altri) e deve essere possibile passare ai lati dell’isola in modo agevole. Se oltre all’isola viene previsto anche un tavolo da pranzo lo spazio necessario è ancora maggiore.

Inoltre, problema da non trascurare, se sull’isola si vuole installare il piano cottura o il lavello, bisogna predisporre i tubi dell’acqua e i fili della luce (la soluzione migliore sarebbe progettare la cucina in fase di ristrutturazione in modo che le tubazioni vengano fatto passare sotto il pavimento). Se invece si vuole sfruttare l’isola solo come piano di lavoro o di appoggio non ci sono interventi da sostenere.


Un altro elemento da tenere in considerazione è lo stile scelto per la cucina e la zona salotto se gli ambienti si trovano in un open space: entrambi gli ambienti dovranno avere un arredamento omogeneo, se non si sceglie lo stesso stile deve essere molto simile o comunque richiamare stessi elementi (evidentemente risulta molto difficile coniugare lo shabby chic con lo stile industriale), per cui attenzione al fil rouge dell’arredamento.

L’isola diventa un elemento fondamentale, il centro intorno al quale ruota l’ambiente e le abitudini della famiglia.

Commenti

Post popolari in questo blog

GIARDINI PENSILI: UN'OASI VERDE IN UN DESERTO DI CEMENTO

LOFT E ARREDAMENTO IN STILE INDUSTRIALE: LE DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA

VALUTAZIONE IMMOBILIARE: PERCHE' E' COSì IMPORTANTE CENTRARE IL VALORE DI MERCATO DI UN IMMOBILE